Illusion

Bernulia-lartista-del-caffè

Il  caffè s’è freddato, prima che finisse il tiggì, prima che ci dicessero le solite cose, le palazzine crollate, l’invasione di migranti, il caldo africano e bevete molto.

Prima che venisse buio, con quella luna così grande appiccicata nel cielo, che a volte sembra volerci dire che non siamo soli se la guardiamo insieme, io qui e tu lì; per poi scoprire che lo siamo ancora di più, proprio perché tu sei lì e io qui.

L’ho bevuto d’un fiato, freddo e amaro, come certi giorni di gennaio in cui aspetti il sole e mai arriva, mai scalda abbastanza. Invece siamo già a luglio e ti illudi che il freddo in qualche modo serva, pure se è caffè.

Ma le illusioni han cominciato a starmi strette, neanche fossero quei jeans nascosti in fondo l’armadio, quelli che non si sa mai.

Invece lo si sa bene. Lo si sa bene che non servono. A niente.

 

Annunci