Se d’alba

pp

Se l’alba ci scoprì nudi, più ancora di come eravamo, fu solo perché è una luce maestra, capace di far vedere ciò che prima non c’era.

E se eravamo stati fino ad allora solo occhi, lingue, mani e labbra, poi siamo stati di più, ma non è facile dire esattamente cosa.

Così alla mia clavicola che incastrata sotto la tua resterà il tuo peso in memoria per tutta la giornata proverò a spiegarglielo.

Domani, nella mia alba solitaria, vedrò sa saprà rispondermi.